fghg5t

Problemi di coppia: l’infedeltà coniugale

Avete una relazione, magari da anni. Andava tutto bene, finché non avete notato dei piccoli cambiamenti nelle abitudini del vostro partner ed ora rimane al computer fino a tardi, ha cambiato i suoi orari, riceve chiamate a notte fonda, rientra a casa spesso in ritardo… purtroppo sono tutti i segnali di una possibile infedeltà coniugale, ma come scoprirlo? Il primo passo sarebbe, ovviamente, parlarne con il vostro lui o la vostra lei, ma i sospetti potrebbero non sparire. Cosa fare in questi casi? A mali estremi, estremi rimedi: per confermare i vostri dubbi sulla infedeltà coniugale di vostro marito o di vostra moglie potete rivolgersi ad un professionista, l’investigatore privato.

L’investigatore privato si occuperà, con la massima discrezione, delle indagini per provare con materiale certo l’infedeltà coniugale del vostro partner. In caso di tradimento comprovato avrete sotto mano le prove dell’infedeltà documentate con relazioni tecniche corredate di foto, filmati e documenti validi per uso legale. Infatti, se il matrimonio arriva alla sua conclusione a causa di un tradimento, è possibile richiedere la separazione con addebito a carico del coniuge infedele, che implica anche la perdita del diritto al mantenimento. Nel caso in cui le modalità del tradimento abbiano leso la reputazione del coniuge tradito, è possibile anche richiedere un risarcimento danni.

Per indagare sull’infedeltà coniugale del vostro partner, potete avvalervi con estrema fiducia delle prestazioni professionali degli investigatori privati dell’agenzia IDFOX Investigazioni. Con sede a Milano, è una delle migliori agenzie presenti sul territorio, anche grazie al suo staff formato da ex appartenenti delle Forze di Polizia, in grado di utilizzare tutte le opportune tecniche nell’attività di intelligence, ricercando mezzi e sistemi sempre all’avanguardia. Viene assicurata la massima discrezione e professionalità, in modo che le indagini vengano eseguite sempre nel massimo riserbo e che tutta la documentazione prodotta sia soggetta al segreto professionale.